Congresso GSPL: "Heptalogos: Per una democrazia delle lingue" (3-4 maggio 2013)

Congresso GSPL: "Heptalogos: Per una democrazia delle lingue" (3-4 maggio 2013)

All’interno della Società di Linguistica Italiana (SLI), la più vasta associazione di studiosi di Linguistica del Paese, è stato fondato nel 2005 il Gruppo di Studio sulle Politiche Linguistiche (GSPL), che riunisce soci e studiosi del settore al fine di approfondire le tematiche legate all’interrelazione fra linguaggio e comportamento umano organizzato. A tal fine il GSPL si occupa in particolare delle situazioni di plurilinguismo e contatto fra lingue legate alle minoranze (storiche e di nuova immigrazione), al rapporto fra lingue diverse e fra lingue e dialetti nel istruzione, nella pubblica amministrazione e nella toponomastica, alle istanze di democratizzazione linguistica legate alla lingua della giustizia e alle varietà linguistiche dell’Unione Europea, alla questione della ricerca e dell’insegnamento superiore e universitario in lingue diverse dall’italiano.

Proprio in occasione di una giornata di studio organizzata del GSPL all’Università di Milano-Bicocca, dedicata alla questione del plurilinguismo nella scuola, è nato un vivace dibattito etico e scientifico, che ha presto coinvolto studiosi diversi, varie associazioni linguistiche e l’Accademia della Crusca, e che è sfociata nella redazione dell’allegato documento ‘Sette tesi per una politica linguistica democratica’. Le Sette tesi – che esplicitamente ricordano le famose ‘Dieci tesi per l'educazione linguistica democratica’, elaborate già nel 1975 da un’altra costola della SLI, il Gruppo di Intervento e Studio nel Campo dell'Educazione Linguistica (GISCEL) – vogliono porsi come punto di riferimento per la futura riflessione e azione e definire i presupposti teorici basilari e le linee d'intervento delle politiche linguistica, proponendole all'attenzione degli studiosi e di tutte le forze che oggi lavorano per democratico rapporto fra lingue e istituzioni.

Il convegno di Roma del 3 e 4 maggio intende presentare le Sette tesi a tutti gli interessati, discutendone presupporti e contenuti con l’aiuto dei più qualificati studiosi italiani sull’argomento, e fissando linee d’intervento future.

.

Programma

Venerdì 3 maggio 2013

  • 15.00 Saluti istituzionali
  • Emanuele Banfi: Alle origini delle Sette Tesi: memorie di una discussione
  • 16.00 Barbara Turchetta: Verso una democrazia dei sistemi linguistici [Tesi 1]
  • 16.30 pausa caffè
  • 17.00 Vincenzo Orioles: La Costituzione come garanzia di democrazia linguistica [Tesi 7]
  • 17.30 Leonardo Savoia: Componenti cognitive e fattori esterni dell’identità linguistica: plurilinguismo in una società democratica [Tesi 3]
  • 18.00 Discussione

Sabato 4 maggio 2013

  • 9.30 Augusto Carli: Multilinguismo e diritti: repertori complessi e democrazia [Tesi 4]
  • 10.00 Giuliano Bernini: Il plurilinguismo emergente nell'istruzione superiore italiana [Tesi 5]
  • 10.30 Francesco De Renzo: Diritti linguistici e politiche educative [Tesi 6]
  • 11.00 pausa caffè
  • 11.30 Gabriele Iannàccaro: Variazione, standardizzazione e democrazia linguistica [Tesi 2]
  • 12.00 Federico Vicario: Il GSPL e le Sette Tesi: per un impegno scientifico e civile
  • 12.15 Tullio De Mauro: Conclusioni e prospettive
  • Discussione