“Scritto e parlato, formale e informale. La comunicazione mediata dalla rete”: Torino, 29-30 ottobre 2010

“Scritto e parlato, formale e informale. La comunicazione mediata dalla rete”: Torino, 29-30 ottobre 2010

Giornate di studio

Torino, 29-30 ottobre 2010

La comunicazione mediata dal computer, e in particolare dalla rete, ha aperto un terreno nuovo di usi e di settori di impiego della lingua, portando a una riconsiderazione più globale delle modalità di produzione linguistica e dei generi testuali tradizionalmente definiti sulla base delle dicotomie scritto/parlato e formale/informale.

In questo ambito, speciale interesse hanno destato le modalità di realizzazione di caratteri tipici del parlato in mezzi di comunicazione per loro natura scritti (quali e-mail, chat, sms, newsgroups, ecc.). Minore attenzione è stata invece rivolta alle modalità di manifestazione della formalità/informalità, e più in generale alla variazione diafasica, in media che tendono ad accogliere una certa noncuranza verso la norma (scritta, ‘alta’) ma che allo stesso tempo si costituiscono di una vasta gamma di tipi di testo, differenti tra di loro anche sulla base di parametri di formalità/informalità.

I Dipartimenti di Scienze del Linguaggio e Letterature Moderne e Comparate e di Scienze Letterarie e Filologiche dell’Università degli Studi di Torino organizzano su questo tema due giornate di studio, che intendono proporsi come una delle prime occasioni di confronto nell’ambito accademico italiano tra ricerche corpus-based sulla variazione diafasica nella comunicazione mediata dalla rete.

I risultati di ricerche empiriche, alcune di queste collocabili in un filone comune, in recente espansione, di indagini sociolinguistiche condotte con tecniche sviluppate nella linguistica dei corpora, saranno discussi alla luce di riflessioni teoriche più generali sui concetti di formalità/informalità, registro, genere, stile, linguaggio settoriale.

Sarà inoltre l’occasione per presentare i primi risultati del progetto di ricerca VALERE -Varietà Alte di Lingue Europee in Rete, recentemente avviato all’Università degli Studi di Torino col finanziamento della Regione Piemonte (nell’ambito del “Bando regionale per progetti di ricerca in materia di Scienze umane e sociali”, Det. Dir. 151 del 7/8/2009).

La partecipazione è gratuita.