Sistemi e Strategie di affermazione nell’interazione: Salerno, 2-3 aprile 2015

Sistemi e Strategie di affermazione nell’interazione: Salerno, 2-3 aprile 2015

Il 2 e 3 aprile 2015 si terranno a Salerno le Giornate di Studio su Sistemi e Strategie di affermazione nell’interazione: approccio descrittivo e contrastivo.

Le Giornate di Studio si focalizzeranno sulla descrizione del funzionamento dei diversi sistemi e delle strategie di affermazione nell’interazione orale da una prospettiva monolingue o contrastiva.

Le strategie di affermazione, forse a causa della loro apparenza neutra e non marcata come forma di agire nella conversazione, sono ancora un campo di studi abbastanza poco esplorato, sebbene il discorso polemico, e dunque le strategie del dissenso e della contraddizione, sia stato oggetto di numerose ricerche, almeno dagli anni ’80 (si veda Gélas et Kerbrat-Orecchioni 1980: Le discours polémique).

Una difficoltà non trascurabile di questi studi è riscontrabile nella stessa definizione di « affermazione ». Abbiamo scelto consapevolmente una terminologia lato sensu: esprimere una affermazione o un accordo nelle lingue è valutare positivamente l’asserzione / domanda dell’interlocutore, o valutare positivamente uno scambio binario (te ne vai alle otto /sì /ok /d’accordo).

In questo senso, interrogarsi sulle strategie di affermazione  implica interessarsi dei segnali discorsivi come ok, d’accordo, va bene, certo e di tutti quelli appartenenti a questi microsistemi in italiano, o come vale/sí/de acuerdo, ecc., in spagnolo, da diversi punti di vista : fonetico, prosodico, semantico, sintattico e pragmatico; consiste altresì nello studio dei fenomeni relativi alla ripresa della parola dell’interlocutore e alla co-enunciazione ; infine, permette di approfondire ulteriormente l’analisi della co-costruzione consensuale dell’interazione nelle lingue. Il fatto che i segnali discorsivi di affermazione non sempre siano traducibili da una lingua ad un’altra potrebbe dipendere dalla modalità di costruzione dell’interazione dal punto di vista del consenso, giacché la concezione di uno scambio di successo può variare notevolmente nelle diverse culture linguistiche.

Aree tematiche

Fonetica, Semantica, Sintassi, Pragmatica, Teorie linguistiche, Didattica delle Lingue, Traduzione.

Comitato organizzatore

  • Inmaculada Solís García, Università di Salerno
  • Juliette Delahaie, Université Paris Ouest Nanterre La Défense (Laboratoire Modyco, UMR 7114)

 

Segreteria organizzativa

  • Teresa Martín Sánchez
  • Irene Theiner
  • Ignacio Arroyo Hernández
  • Magdalena León Gómez 

Lingue degli interventi

Italiano, spagnolo, francese, inglese.

Invio delle proposte

Gli studiosi interessati potranno inviare (isgarcia@unisa.it; jdelahaie@hotmail.com) un documento di una pagina (formato A4, TNR, 12) con i seguenti dati:

  • Nome / Cognome dell’autore o degli autori, posizione accademica e/o di ricerca
  • campo tematico di riferimento
  • indirizzo di posta elettronica
  • breve riassunto (2 o 3 righe) in cui si descrive l’obiettivo principale dell’intervento, sottolineandone gli aspetti innovativi
  • breve presentazione dell’intervento : problematica, metodologia, risultati attesi
  • bibliografia essenziale

Gli interventi si svolgeranno in un intervento di una durata di 20 minuti seguito da 10 minuti di dibattito.

Gli interventi presentati saranno sottoposti a revisione per la pubblicazione. Una volta accettati, saranno pubblicati sulla rivista Testi e Linguaggi (http://www.unisa.it/dipartimenti/dip_studi_umanistici/sezioni/sllf/rivista/index_riv) .

Date importanti

  • scadenza invio abstract : 15 dicembre 2014
  • notifica accettazione:  10 gennaio 2015
  • iscrizione (gratuita): fino al 30 marzo 2015 (per richiedere la scheda di iscrizione scrivere a isgarcia@unisa.it)
  • date delle Giornate di Studi : 2 – 3 aprile 2015, Università degli Studi di Salerno (Italia)

Contatti