XI Congresso AItLA (Bergamo, 9-11 giugno 2011): programma

XI Congresso AItLA (Bergamo, 9-11 giugno 2011): programma

XI Convegno AItLA 2011

Competenze e formazione linguistiche. In memoria di Monica Berretta

Bergamo, 9-11 giugno 2011

Programma definitivo

Giovedì 9 giugno

13.00: Apertura iscrizioni
14.00-14.15: Apertura Congresso e Saluti delle Autorità accademiche

14.15-14.45: Ada Valentini (Università degli Studi di Bergamo), Ricordo di Monica Berretta

14.45-15.00: Comunicazioni organizzative

15.00-16.00: Gaetano Berruto (Università degli Studi di Torino), Che cosa vuol dire ‘sapere una lingua’? Dai fonemi alle espressioni idiomatiche…
16.00-16.30: Silvia Calamai (Università degli Studi di Siena), Per un’analisi quantitativa delle competenze scrittorie negli studenti universitari
16.30-17.00: Roberta Grassi* – Elena Nuzzo** (*Università degli Studi di Bergamo; **Università degli Studi di Verona), Analizzare e misurare le (in)competenze di scrittura all’università: evidenze dai test di valutazione iniziale

17.00-17.30: Pausa tè

17.30-18.00: Simone Ciccolone (Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara), Incoerenze testuali e problemi di combinazione lessicale nella produzione scritta di studenti universitari: primi rilievi e proposte esplicative
18.00-18.30: Ineke Vedder (Università di Amsterdam), Adeguatezza comunicativa e complessità linguistica in italiano L2 e italiano L1: la valutazione delle produzioni scritte di nativi e non nativi
18.30-19.00: Katrin Wisniewski (Technische Universität Dresden), Il Quadro Comune Europeo di Riferimento – strumento valido per valutare le competenze L2? Il caso della fluenza e della competenza lessicale

Venerdì 10 giugno

09.00-10.00: Christine Dimroth (Universität Osnabrück), The structure of child and adult learner varieties: gradual or categorical differences?
10.00-10.30: Patrizia Giuliano (Università degli Studi di Napoli Federico II), Continuità referenziali e contrasti nel testo narrativo: bambini e adulti italofoni a confronto
10.30-11.00: Anna De Meo, Massimo Pettorino, Marilisa Vitale (Università di Napoli “L’Orientale”), “Non ti credo”: i correlati acustici dell’affidabilità nell’italiano L2

11.00-11.30: Pausa caffè

11.30-12.00: Valeria Caruso*, Elisa Pellegrino*, Maria Rosaria Mignano**, Anna De Meo* (*Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”; **Associazione Interpreti di Lingua dei Segni Italiana – ANIOS), Anche i sordi stranieri imparano l’italiano vocale: due strategie a confronto
12.00-12.30: Massimo Palermo, Andrea Villarini, Donatella Troncarelli, Matteo La Grassa (Università per Stranieri di Siena), Apprendenti sordi e apprendenti di italiano L2: primi risultati di un confronto tra le competenze di comprensione del testo scritto

13.00-14.00 Buffet

14.30-15.00: Fabiana Rosi (Università di Pavia), L’input esplicito nella classe di italiano L2 e la formazione di competenze linguistiche
15.00-15.30: Phyllisienne Gauci (Università di Verona), Insegnare a protestare in italiano L2
15.30-16.00: Chiara Ghezzi (Università degli Studi di Bergamo e Università degli Studi di Pavia), “Praticamente hanno la visione dell’infinito completamente diversa”: segnali di modulazione e variazione discorsiva in contesto scolastico

16.00-16.30: Pausa tè

16.30-17.30: Raffaele Simone (Università degli Studi di Roma 3), Operazioni discorsive nella competenza linguistica

17.30-19.30: Assemblea dell’Associazione

20.00: Cena sociale

Sabato 11 giugno

09.00-10.00: Maria Pia Lo Duca (Università degli Studi di Padova), Tra competenza metalinguistica e insegnamento della grammatica: una lezione inascoltata di Monica Berretta

10.00-11.30: Ricerche e iniziative

11.30-12.00: Pausa caffè

12.00-13.00: Tullio De Mauro (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), Il plurilingue ben temperato: fatti e obiettivi, italiani e non solo

13.00-13.15: Conclusione, saluti, arrivederci a AItLA 2012.

Relazione di riserva

Rosa Pugliese*, Fernanda Minuz** (*Dipartimento di Lingue e Letterature straniere moderne, Università di Bologna; **Johns Hopkins University, Bologna), L’input linguistico nel continuum delle situazioni didattiche rivolte ad immigrati adulti, apprendenti di italiano L2