Storia dell’AItLA

L’Associazione Italiana di Linguistica Applicata (AItLA) nasce, di fatto, il 15 maggio 1999 quando, al termine di una gestazione iniziata già negli anni Ottanta, una cinquantina di studiosi si riunisce presso l’allora Dipartimento di Studi Linguistici e Orientali dell’Università di Bologna per discutere dell’opportunità e delle potenzialità di una associazione italiana dedicata alla linguistica applicata. Dati il successo e i riscontri positivi all’iniziativa, viene individuato un gruppo promotore incaricato di elaborare una bozza di statuto e di organizzare il Convegno fondativo dell’Associazione. Questo si tiene sempre a Bologna nell’ottobre del 1999 e vede l’adesione di circa ottanta interessati tra cui Roberto Ajello (poi primo presidente dell`associazione), Guy Aston, Augusto Carli, Anna Ciliberti e Francesca Gattullo che diventano anche membri del primo Comitato Direttivo AItLA.

I primi anni di vita di AItLA sono caratterizzati da numerose attività tutte finalizzate a promuovere e incoraggiare la diffusione in Italia della linguistica applicata, incluse la creazione di un bollettino elettronico, l’apertura di un sito web e, soprattutto, l’organizzazione di convegni e giornate di studi, nonché l’edizione e la stampa di volumi monografici e collettanei [pubblicazioni]. Nei due decenni successivi AItLA si afferma come associazione nazionale di riferimento per chi si interessi di linguistica applicata in ognuna delle sue declinazioni.

Oggi l’Associazione Italiana di Linguistica Applicata mantiene lo spirito dei promotori e continua a incoraggiare, con la stessa passione e partecipazione di allora, gli studi di linguistica applicata in tutti i domini pertinenti.

Per maggiori informazioni sulla storia dell’Associazione Italiana di Linguistica Applicata clicca sugli articoli di Maria Elena Favilla e Camilla Bettoni.